Top analyst spiega perché è probabile che sia Bitcoin, le azioni andranno alla deriva verso le elezioni

Le ultime settimane sono state tranquille per tutti i mercati, Bitcoin Trader e crypto inclusi. Tranne che per una certa volatilità a breve termine, i mercati tradizionali e quelli cripto sono in linea con l’intervallo di oscillazione, e fanno trading ben al di sotto dei minimi locali.

Alcuni analisti come Thomas Lee, co-fondatore di Fundstrat Global Advisors, sta facendo un passo indietro verso i massimi di tutti i tempi per questi mercati.

Ma Avi Felman, un trader della società di crittografia BlockTower Capital, ritiene che la traiettoria più probabile per i mercati sarà una deriva più bassa rispetto a qualsiasi forte volatilità.

Bitcoin, crypto, i mercati azionari andranno alla deriva più in basso verso le elezioni

Felman fa notare che intorno alle elezioni, i mercati sono storicamente molto distanti, poiché c’è incertezza sui candidati, il che significa che c’è incertezza su quali politiche saranno attuate una volta che arriverà il mese di gennaio.

Ha spiegato, tuttavia, che questa volta c’è più scelta breve del normale a causa dei potenziali conflitti derivanti dalle votazioni per corrispondenza:

„Il mercato ha raccolto un sacco di soldi, portando il rischio alle elezioni. Storicamente il mese successivo alle elezioni è abbastanza buono per le azioni, ma stiamo vedendo arrivare un sacco di pantaloncini a causa delle preoccupazioni per le schede elettorali e la vicinanza della corsa“.

Parlando in cripto, in particolare, Felman ha notato che è improbabile che lo spazio cripto veda un forte afflusso di fiat fino a quando questa incertezza non passerà:

„Quindi abbiamo persone con un sacco di soldi, ma non c’è un vero e proprio nuovo lato di offerta. La cassa di base è lateralmente alla deriva, ma con un reale potenziale per una mossa che finisce con l’inseguimento da parte di tutti“. C’è anche una linea temporale su questa mossa. Penso che ci sia un modo per giocarsela“.

Il lato positivo è che il valore delle monete stabili in dollari USA ha recentemente superato i 20 miliardi di dollari.

Questo significa che ci potrebbe essere un afflusso di capitali in Bitcoin, Ethereum, e altri top cripto-assets, se c’è una buona ragione tra gli investitori per farlo, sia che si tratti di stimoli dal Senato degli Stati Uniti, di certezze elettorali, o di altri fattori macro.

Cosa viene dopo?

Cosa viene dopo le elezioni per Bitcoin e crypto?

Niente, in particolare, ma gli analisti sono ottimisti riguardo alla visione a lungo termine di questo mercato, nonostante il consolidamento che potrebbe avvenire a breve termine.

Raoul Pal, CEO di Real Vision ed ex responsabile delle vendite di hedge fund presso Goldman Sachs, ha recentemente commentato che tendenze macro come l’impegno della Federal Reserve nei confronti dell’inflazione rendono Bitcoin un buon asset da possedere:

„So che Bitcoin e l’oro si stanno vendendo in questo momento e potrebbero andare oltre, ma con Powell oggi, ti dice che non hanno alcun desiderio di aumentare i tassi e un desiderio obliquo di stampare di più. Questo gioca a favore dell’intrinseca asimmetria di entrambi i beni“.